News navigate_next Dicono di noi navigate_next Le Monde: “Se l’Europa fosse una persona, si chiamerebbe Emma Bonino”

Le Monde: “Se l’Europa fosse una persona, si chiamerebbe Emma Bonino”

Sull’autorevole quotidiano Le Monde un profilo della leader di +Europa, Emma Bonino, definita dal giornale francese una donna appassionata di libertà, democrazia e giustizia.

Le Monde, 4 marzo giorno fatidico per l’Europa ‘Sapremo se Italia continuera’ integrazione o entrera’ in garage (ANSA) – PARIGI, 14 FEB – “Il 4 marzo si annuncia come un giorno fatidico per l’Europa. Attenzione, pericolo! Quel giorno sapremo se l’Italia ha scelto se proseguire il suo cammino europeo o entrare in garage”: e’ quanto si legge in un editoriale pubblicato oggi sul quotidiano Le Monde. “In questa Unione europea che ad ogni ostacolo superato ne vede innalzarsi uno nuovo – si legge nell’articolo firmato da Sylvie Kauffmann – lo scrutinio italiano e’ l’ultimo candidato al botteghino dei film dell’orrore messi e rimessi in scena, dopo il referendum sulla Brexit, le elezioni in Francia, in Austria, in Germania o in Catalogna”. “Uno scenario stranamente familiare – continua il giornale francese – sfiducia dell’elettorato verso istituzioni e partiti tradizionali, crisi migratoria, crescita dell’estrema destra e del Movimento 5 Stelle che risulta favorito, rifiuto dell’Europa in un Paese che pure ne fu uno dei piu’ strenui sostenitori…nonche’, per coronare il tutto, totale incertezza sui risultati”. L’editorialista sembra prendere una chiara posizione in favore di Emma Bonino. “Se l’Europa fosse una persona, si chiamerebbe Emma Bonino”, scrive nell’incipit dell’articolo, aggiungendo che la “sessantanovenne italiana appassionata di liberta’, di democrazia e di giustizia, ha condotto ogni tipo di battaglia da oltre quarant’anni (…) In termini di battibecchi elettorali ha visto piu’ o meno tutto. Ma quello a cui assiste oggi, questa sconclusionata campagna per le legislative del 4 marzo, dove sostiene i colori del suo nuovo movimento +Europa, non poteva certo immaginarlo”.

Al seguente link l’articolo originale: http://www.lemonde.fr/idees/article/2018/02/14/la-grande-pagaille-des-democraties_5256504_3232.html.