News

Buona presidenza Ue, Romania!

di Anita Bernacchia e Benedetta Dentamaro*

A dodici anni dall’adesione all’UE, la Romania assume per la prima volta la presidenza semestrale del Consiglio dell’Unione europea. Un semestre punteggiato da un’agenda europea importante, con eventi e sviluppi politici dall’impatto decisivo per il futuro dell’Europa.

L’uscita del Regno Unito dall’Unione, i negoziati per il futuro quadro finanziario 2021-2027, le elezioni europee del maggio 2019 sono solo alcuni degli appuntamenti e delle sfide che la Romania, giovane stato democratico attualmente scosso dalla più importante crisi politica interna dal 1989 a oggi, dovrà affrontare da qui al 30 giugno.

In questo contesto, la presidenza romena si prefigge un’azione tenuta insieme dal principio della coesione europea sia in ambito politico, sociale che economico, sintetizzata nel motto “Coesione, valore comune europeo”.

Le priorità della presidenza rispecchiano tale esigenza e si impostano su quattro pilastri principali:
1. l’Europa della convergenza
2. un’Europa più sicura
3. l’Europa come più forte attore globale
4. l’Europa dei valori comuni

 

Tra le priorità in agenda troviamo:

– la promozione della parità di genere sia a livello legislativo sia nel mondo del lavoro, con l’obiettivo, tra l’altro, di combattere il divario salariale e garantire l’accesso alla formazione alle categorie svantaggiate;
– la lotta contro ogni forma di discriminazione e populismo, unita al contrasto delle fake news soprattutto online;
– l’attenzione alle questioni migratorie, grazie ad un approccio integrato a livello UE che promuova la cooperazione tra paese di origine e di transito e la ricerca di soluzioni a lungo termine;
– lo sviluppo dell’agenda sociale e della competitività tramite ricerca e innovazione, digitalizzazione e connettività.

Grande assente tra le priorità di questo semestre è il cambiamento climatico, che figura tuttavia nel programma a lungo termine del trio di presidenze fino al 30 giugno 2020 (con Finlandia e Croazia), insieme a un pacchetto di misure per l’energia pulita. Un altro appuntamento di rilievo sarà il vertice di Sibiu (Romania) del 9 maggio 2019, nel corso del quale i leader nazionali cercheranno di trovare una soluzione alle sfide più urgenti con sui si confronta l’Ue in vista delle elezioni europee, rinnovando l’impegno per un’Unione che realizzi quanto sta davvero a cuore ai cittadini.

Il programma integrale della presidenza sarà pubblicato il 15 gennaio.
#FutureOfEurope #RO2019EU #EP2019
Per +info: https://www.romania2019.eu

 

*+Europa Bruxelles “In Europa”

Condividi su