News

Per Di Maio e Salvini è finita la pacchia. È l’ora delle scelte impopolari.

di Benedetto Della Vedova
L’incapacità di decidere sulla Tav da parte del Governo è grave perché mette a rischio sia l’infrastruttura ferroviaria stessa che la credibilità dell’Italia agli occhi degli investitori. L’incapacità più grave, però, è quella di prendere tempestivamente decisioni che possano arginare gli effetti della recessione in cui ci siamo infilati prima e peggio di tutti gli altri per cause interne: blocco dei consumi e degli investimenti. Spendere miliardi in deficit per il reddito di cittadinanza e per i prepensionamenti non richiede alcun coraggio, alcuna visione, alcuna capacità di Governo. La paura di Salvini e Di Maio è che dopo la Tav arriverebbe una legge di stabilità difficilissima di cui non saprebbero venire a capo senza scelte impopolari. Con la Tav per Salvini e Di Maio finisce la pacchia.

Condividi su