News

Cannabis light, +Europa incontra le imprese: “Difendiamo il vostro settore e i vostri posti di lavoro”

Questa mattina, davanti a Montecitorio, il segretario di +Europa Benedetto Della Vedova, insieme ai componenti della Direzione Carmelo Palma e Alessandro Massari ha incontrato una delegazione di imprese agricole e commerciali della filiera della canapa, gravemente preoccupati dall’offensiva del governo, e in particolare del Ministro Salvini, contro il settore e per la recente pronuncia delle Sezioni Unite della Cassazione – di cui al momento è disponibile la sola massima e non la motivazione – che rischia di avere conseguenze rovinose sul mercato della cosiddetta cannabis light, che oggi coinvolge oltre 10.000 addetti.
Le aziende del settore hanno precisato che senza un chiarimento normativo, operato attraverso una modifica diretta della legge 242/2016, ovvero attraverso un sistema di controlli sui prodotti della filiera, che escluda la perseguibilità di produttori e rivenditori di infiorescenze con un contenuto di THC inferiore allo 0,6%, il risultato sarebbe quello di cancellare un mercato in fortissima crescita, non solo in Italia, e di alimentare nuovamente il mercato criminale della cannabis con un quantitativo ben superiore di THC. Benendetto Della Vedova ha ribadito la disponibilità di +Europa a operare, anche in sede parlamentare, per affrontare rapidamente il problema e a difendere gli interessi legittimi di imprenditori che hanno investito in un settore che, due anni dopo i primi investimenti, e dopo sentenze contrastanti, rischia oggi di essere cancellato, da un giorno all’altro, dall’inerzia del governo.

Condividi su