News

Ucraina: Della Vedova scrive a Von der Leyen, osservatori Ue al processo di appello a Vitaly Markiv

Oggi il segretario di +Europa, Benedetto Della Vedova ha inviato una lettera al Presidente della neo-insediata Commissione europea, Ursula von der Leyen e al Commissario europeo per la giustizia, Didier Reynders a proposito del “caso Markiv”, cioè del processo che in primo grado ho portato alla condanna del militare ucraino (anche con cittadinanza italiana) Vitaly Markiv per l’omicidio del giornalista italiano Andrea Rocchelli e del suo interprete Andrei Mironov, morti il 24 maggio del 2014 a Sloviansk lungo la linea del fronte che divideva i militari ucraini dalle forze separatiste filorusse del Donbas.

La sentenza è stata pronunciata al termine di un processo nel quale il difensore di Markiv, l’avvocato Raffaele Della Valle, legale di Enzo Tortora nel famoso processo per associazione camorristica, ha dichiarato testualmente di avere visto cose che non gli era mai capito di vedere in 52 anni di professione.

Nella lettera Della Vedova ripercorre le contraddizioni e le assurdità di una sentenza, giunta al termine di un processo che non ha provato nulla né rispetto alle responsabilità di Markiv, né rispetto a quelle delle forze militari ucraine e pronunciata senza che mai gli inquirenti si siano recati sul luogo del delitto. Su questa base, il segretario di +Europa chiede alla Presidente von der Leyen e al Commissario Reynders di assicurare la presenza di osservatori della Commissione europea al processo d’appello di Vitaly Markiv.”

Leggi il testo della lettera.

Condividi su