News

No alla password di Stato!

di Piercamillo Falasca
La ministra Pisano può anche aver precisato usando il condizionale ‘potrebbe’, ma la gravità delle sue parole e della sua proposta resta: immaginare una password rilasciata dallo Stato per l’accesso a servizi privati online è da Stato autoritario, in cui il governo intende controllare e autorizzare ciò che un cittadino fa, legge, compra o vende. L’unica smentita possibile è il totale rifiuto di qualsiasi filtro di Stato alla libertà dei cittadini. Oltre ai rischi connessi ai possibili furti di identità, il pericolo è quello di un monitoraggio costante delle nostre scelte di vita da parte di qualche autorità pubblica, trasparente o meno. Per evitare che la smentita solo parziale del ministro Pisano danneggi l’immagine dell’Italia come Paese aperto e libero chiediamo apertamente la sconfessione del ministro da parte del premier Conte.
Condividi su