News

Donne in politica, il sondaggio di +Europa con Emg: la discriminazione vale quanto il carico familiare

di Costanza Hermanin
La politica è l’ambito in cui donne e uomini sono più lontani dal competere su basi paritarie.
Lo dicono tutte le ricerche internazionali di cui si parla l’8 marzo e il sondaggio Prime Donne – Un altro genere di politica che abbiamo commissionato a EMG Acqua ci spiega il perché:
• Primo, Tra le ragioni richiamate come freno alla carriera politica delle donne maschilismo, discriminazioni, disuguaglianze nei riconoscimenti e cameratismo sono evocati tante volte quante il carico del lavoro familiare.
• Secondo, per le donne, per la sensazione di non poter crescere all’interno del proprio partito è doppia rispetto agli uomini. Ma se l’81% di donne interessate alla politica si sente penalizzato nella propria carriera, solo il 67% degli uomini pensa che le donne lo siano.
• Questa differenza di percezione tra uomini e donne riguarda anche sul lavoro, con più della metà degli uomini pensano che le valutazioni sul lavoro siano paritarie quasi 7 donne su 10 pensano che siano inique.
• Infine, sia per gli uomini sia per le donne le ragioni principali di abbandono dell’attività politica sono legate all’attività politica stessa e non tanto e non solo, come ci si potrebbe aspettare ad esempio per le donne, da ragioni personali relativi alla conciliazione con la vita familiare. La politica ha deluso ca. il 30% di chi l’ha praticata.
PRIME DONNE – Un altro genere di politica è un progetto che intende promuovere un nuovo modo di “fare politica”, oltre ai modelli e agli stereotipi attuali di comunicazione e interazione. Il sondaggio ci conferma che l’approccio è quello giusto
Condividi su