News

La catastrofica scelta di affidare la scuola a un partito che disprezza il sapere

di Carmelo Palma

L’Italia è praticamente l’unico grande Paese europeo che non solo ha chiuso l’anno scolastico senza riaprire una scuola, ma che al momento non è neppure in grado di assicurare quante e come ne riaprirà a settembre. Il caos in cui è precipitata la scuola durante il Covid è l’emblema perfetto del fallimento del Governo.

D’altra parte, la scelta di affidare il Ministero dell’Istruzione al M5S, prima con Fioramonti, poi con Azzolina, non poteva che avere questa conseguenza catastrofica. Un partito che disprezza il sapere e le istituzioni e che ripudia la razionalità logica e scientifica in nome di complottismi e pensieri magici di ogni sorta non poteva che portare alla rovina la più rilevante e delicata istituzione sociale, deputata alla formazione e all’educazione delle giovani generazioni. E non è neppure sorprendente che in quest’opera di sistematica distruzione della scuola all’incompetenza si sommi la protervia e la pretesa di scaricare su altri le conseguenze di questo fallimento.

Condividi su