News

Hong Kong: l’Ue condanna Pechino ma l’Italia si schiera con la Cina

di Giordano Masini

Il governo italiano, per bocca del Sottosegretario agli Esteri Di Stefano, ha dichiarato sostanzialmente di stare dalla parte di Pechino: Hong Kong e i suoi abitanti perdono la loro libertà, vengono inglobati violentemente nel ‘sistema’ cinese e l’esecutivo a trazione M5S dà il suo sostanziale appoggio alla Cina, limitandosi a criticarne i metodi. Il problema invece è sostanziale, e riguarda lo stato di diritto, la libertà e la democrazia, valori che come paese fondatore dell’UE abbiamo il dovere di affermare e di proteggere, e che infatti l’Alto Rappresentante dell’Unione Borrell richiama con decisione.

Nessuno chiede di interrompere relazioni economiche e commerciali importanti con una potenza come la Cina, non vogliamo contrapporre idealismo e realpolitik. Ma prendiamo atto che mentre l’Europa si schiera con il movimento per la democrazia, l’Italia sceglie di percorrere una strada diversa e preoccupante.

Condividi su