News

Def, nessun sostegno allo scostamento di bilancio se resta il no al MES

di Benedetto Della Vedova

Il Governo ha chiesto anche ai parlamentari di opposizione di assicurare il via libera allo scostamento di bilancio, garantendo i voti che le divisioni politiche della maggioranza e la quarantena di alcuni senatori a Palazzo Madama metterebbero a rischio. L’esecutivo però, per chiedere all’opposizione responsabilità e serietà, dovrebbe come minimo dimostrarne altrettanta.

Continuare a indebitarsi sui mercati anche per interventi che potrebbero essere finanziati dal Mes pandemico, senza alcuna condizione e a tasso zero, non è né serio, né responsabile, soprattutto nei confronti delle generazioni che saranno chiamate a sopportare l’onere dell’indebitamento di oggi. Una cosa è fare più debito per fronteggiare i costi diretti ed indiretti connessi alla prevenzione e al contrasto della pandemia, destinati di tutta evidenza a aumentare nelle prossime settimane. Altra cosa e del tutto inaccettabile è accedere a un debito più costoso per i contribuenti italiani per un mero pregiudizio ideologico. Continuando irresponsabilmente a confermare, come ha fatto proprio il Ministro D’Incà, il No al Mes il Governo non ha alcun titolo per chiedere responsabilità ai parlamentari di opposizione.

Condividi su