News

Come l’ingorgo di Suez condiziona il commercio e la politica globale

Canale di Suez, un ingorgo mondiale.
Ecco come la nave arenata condiziona il commercio e la politica globale

Il caso
Da martedì mattina una portacontainer arenata blocca il canale di Suez.
Poco dopo aver imboccato il canale del Mar Rosso, l’Ever Given, un’imbarcazione lunga 400 metri, si sarebbe girata di traverso a causa di una “raffica di vento”.

Il canale di Suez
E’ un canale artificiale navigabile situato in Egitto, largo 205 metri e lungo 193 chilometri.
Dal 1869 permette la navigazione dall’Europa all’Asia, senza la necessità di circumnavigare l’Africa

Valore economico
Dal canale passa il 12% del commercio mondiale e il 40% del commercio marittimo complessivo del nostro Paese.
Nel 2020 sono transitate 18.829 navi, trasportando oltre un miliardo di tonnellate di merci

Ripercussioni economiche
L’incidente ha messo in attesa circa 185 navi.
Il danno economico potrebbe ammontare a 9,6 miliardi di dollari al giorno.

I lavori
Per liberare la nave, 2 battelli draga, 4 scavatrici e 9 rimorchiatori giganti stanno lavorando senza sosta. Purtroppo con scarsi risultati.

Il canale di Suez potrebbe rimanere bloccato per settimane con effetti disastrosi sul commercio marittimo mondiale e ridefinire gli equilibri geopolitici.
La Russia infatti non ha perso occasione per sponsorizzare la rotta artica che unisce Europa e Asia.

Condividi su