News

La Corte dei Conti boccia Aria Spa, ma Fontana e Moratti pensano ad altro

Di Simona Viola e Paolo Costanzo

La Corte dei Conti ha stilato un rapporto su Aria Spa, l’Agenzia Lombarda incaricata di ottimizzare e razionalizzare le procedure di acquisto in raccordo e coordinamento con la Regione Lombardia e il Ministero dell’Economia e delle Finanze, in cui la società viene definita poco organizzata con un eccesso di staff e di consulenze esterne e priva di una programmazione delle spese.

La notizia, se confermata, si aggiunge quanto recentemente emerso circa la spesa di 18,5 milioni di euro per una applicazione che avrebbe dovuto assicurare una ordinata ed efficace programmazione del piano di vaccinazione ma che in realtà ha causato una tale quantità di disservizi e disagi ai cittadini Lombardi che hanno indotto il Sistema Sanitario a utilizzare l’applicazione gratuita messa a disposizione da Poste Italiane Spa. In un periodo come quello attuale nel quale le istituzioni devono rassicurare i cittadini e assicurare una adeguata programmazione che permetta di intravvedere una via di uscita dall’emergenza sanitaria ed economica, l’efficiente allocazione delle risorse dovrebbe guidare l’azione dell’amministrazione della Regione Lombardia che evidentemente si è preoccupata di altro.

Condividi su