News

Più Europa nel comitato promotore del referendum sul fine vita

La Direzione di #PiùEuropa ha deliberato l’adesione al Comitato Promotore del referendum abrogativo di parte dell’articolo 579 del codice penale sul fine vita

Nonostante una sentenza della Corte Costituzionale abbia chiesto al Parlamento di legiferare affinché a talune condizioni venisse ammessa la scelta di interruzione delle terapie per i malati e la possibilità da parte dei sanitari di operare in tal senso, le Camere non sono fino a oggi intervenute.
Per questo si rende necessario intervenire sul piano referendario.
Partecipiamo convintamente a questa iniziativa dell’Associazione Luca Coscioni, pur consapevoli delle difficoltà enormi nella raccolta delle firme: è inaccettabile che il diritto alla autodeterminazione riconosciuto entro limiti e criteri precisi dalla Corte costituzionale, non sia stato regolato dal legislatore.

Condividi su