News

Caso Trentini: Cappato e Welby assolti. Avanti con il referendum sul fine vita

di Simona Viola
L’assoluzione di Mina Welby e Marco Cappato per il caso Trentini oggi, e quella di Walter de Benedetto ieri sulla cannabis, rendono ancora più imbarazzante l’immobilismo del parlamento sui temi dei diritti civili.
Occorre che il Parlamento affronti di petto un problema che coinvolge tutte e tutti: il diritto di scegliere se, quando e come porre fine alle proprie sofferenze. Con umanità e buon senso, accantonando gli approcci ideologici e i pregiudizi, le Camere restituiscano dignità e autodeterminazione ai malati che la chiedono, e finalmente conducano l’Italia nel gruppo dei Paesi più avanzati che riconoscono e regolano il diritto all’eutanasia.
Dal 1° luglio, +Europa raccoglierà le firme per il referendum di depenalizzazione del suicidio assistito: se non ci riuscisse il Parlamento, non resta che l’arma referendaria.
Condividi su