News

La Corte Costituzionale di Varsavia prepara la Polexit. Stiamo con i polacchi che vogliono l’Ue

Di Yuri Guaiana

Mentre oltre l’80% dei polacchi ama l’Unione europea, secondo i dati di un sondaggio dell’istituto IBRIS per il quotidiano Rzeczpospolita, il governo polacco li sta portando fuori dall’unione.
Ieri una decisione della Corte costituzionale ha stabilito che alcune norme UE non sarebbero compatibili con la costituzione polacca. Una decisione gravissima, di cui il governo polacco è responsabile non solo per aver portato il caso delle interferenze di Bruxelles sul sistema giuridico polacco davanti alla Corte, ma anche per aver politicizzato la Corte costituzionale polacca.
Questa decisione prefigura un processo di Polexit.
La Commissione Europea ha il dovere di stare dalla parte della maggioranza dei polacchi che amano l’UE e deve intraprendere tutte le azioni necessarie per salvaguardare l’uniforme applicazione e l’integrità della legge dell’UE.
Ma è anche tempo di rilanciare con un avanzamento dell’integrazione europea nella direzione di una politica estera e di difesa comuni che non può non andare di pari passo con un rafforzamento del ruolo del parlamento europeo e la totale abolizione del principio dell’unanimità.
L’Italia di Draghi può e deve essere leader di questo slancio.
Condividi su