News

Il Manifesto Arcobaleno di +Europa

Per l’uguaglianza delle persone LGBTI+ ci vuole molto di più del Ddl Zan: ecco perché +Europa ha deciso di lanciare il suo “Manifesto Arcobaleno” per chiedere la piena uguaglianza formale e sostanziale davanti alla legge per le persone LGBTI+, con proposte volte al riconoscimento di diritti concreti ed esigibili da qualsiasi cittadino.

Matrimonio egualitario, genitorialità, diritti delle persone trans e delle persone intersex, contrasto all’omolesbobitransfobia attraverso l’introduzione dell’insegnamento dell’educazione sessuale ed affettiva nelle scuole, sono alcuni dei punti del documento presentato nel corso dell’iniziativa “SPEED la politica non può attendere”, che si è tenuto domenica 19 dicembre 2021 a Milano.

“Più Europa ha sempre sostenuto i diritti LGBTI+, ma con il vento liberticida che soffia da Est e dopo l’affossamento del DDL Zan, dovevamo fare ancora di più”, spiegano Yuri Guaiana, membro della segreteria e responsabile dei diritti civili, e Matteo Di Maio, responsabile del tavolo tematico sui diritti LGBTI+. “Questo documento è alla base della nostra interlocuzione con le associazioni interessate. Vogliamo portare avanti un lavoro coerente e approfondito, in costante dialogo con le persone e il movimento LGBTI+. Siamo convinti che il riconoscimento e l’esigibilità dei diritti LGBTI+ siano la cartina di tornasole di una società libera, aperta e democratica.

+Europa è all’avanguardia in questa battaglia”.

 

Dai forza al Manifesto Arcobaleno: firma!

Condividi su