Comunicati navigate_next Iervolino: “Bene Commissione europea su deferimento Polonia a Corte di giustizia”

Iervolino: “Bene Commissione europea su deferimento Polonia a Corte di giustizia”

“E’ un’ottima notizia quella che giunge da Bruxelles: oggi la Commissione europea ha deciso di deferire la Polonia alla Corte di giustizia dell’Unione europea a tutela dell’indipendenza della Corte suprema polacca. La stessa Commissione, ben conscia della gravità della situazione, ha deciso di chiedere alla CGUE sia di ordinare misure cautelari intese a ripristinare la situazione della Corte suprema polacca antecedente il 3 aprile 2018, sia di chiedere alla Corte di giustizia un procedimento accelerato per esprimersi con una sentenza il più presto possibile. Tale procedimento si inserisce in quello più ampio iniziato il 20 dicembre 2017, con l’attivazione per la prima volta della procedura per la violazione dello stato di diritto, di cui all’articolo 7, paragrafo 1, del TUE. Su questo, bisogna ricordare come il 18 settembre 2018 il Consiglio ‘Affari generali’ ha ascoltato nuovamente le autorità polacche le quali hanno ribadito la loro posizione: rifiuto di proporre misure volte a risolvere le gravi violazioni segnalate. Appare evidente come il futuro dell’Europa passi anche attraverso le sanzioni che saranno messe in campo contro la Polonia e l’Ungheria, ovvero contro tutti coloro che risulteranno inadempienti su uno dei valori comuni sui quali si fonda l’Unione europea: lo Stato di diritto”.
Massimiliano Iervolino, vice coordinatore di +Europa