Referendum Cannabis

In Italia fare uso di Cannabis non è reato, coltivarla o acquistarla invece sì. È un paradosso, è come se lo Stato lasciasse l’intero fenomeno alla criminalità organizzata.

Ecco perché siamo tra i promotori del Referendum abrogativo per depenalizzare la Cannabis in Italia e aprire finalmente la strada alla legalizzazione come avviene già in molti paesi nel mondo tra cui gli Stati Uniti e il Canada.

Ora puoi dare voce ai 6 milioni di consumatori italiani che ne fanno uso e che sono costretti a rivolgersi alle piazze di spaccio o a coltivarsela in casa rischiando fino a 6 anni di carcere.

Legalizzare non significa promuovere il consumo ma renderlo consapevole e più sicuro, significa creare migliaia di nuovi posti di lavoro e portare nuovi introiti nelle casse dello Stato (7 miliardi di euro).
La cannabis legale libererebbe i tribunali da processi inutili per piccole quantità e garantirebbe ai pazienti che la usano per alleviare i loro atroci dolori di non trovarsi mai più in un tribunale.

Se il Parlamento è immobile, diamo la parola ai cittadini.
Vogliamo la Cannabis legale e l’Italia libera dalle mafie.

Cosa puoi fare?